TORNANO I GONZAGA A PALAZZO TE GRAZIE ALL'APERITIVO IN CORTE

14 Settembre 2012


400 persone hanno partecipato ieri sera, venerdì 14 settembre, al primo grande evento del Gusto de Le Regge dei Gonzaga: Aperitivo in Corte. L’evento si è svolto a Palazzo Te di Mantova. Tra le autorità era presente il Sindaco di Mantova e Presidente del Distretto Nicola Sodano, il Presidente della Provincia Alessandro Pastacci, il Direttore del Distretto Culturale Le Regge dei Gonzaga Elena Aiello, l’Assessore provinciale alla Cultura e Vice Presidente del Distretto Culturale Francesca Zaltieri ed il Commissario a Mantova di Fondazione Cariplo Mario Anghinoni. Inoltre hanno partecipato diversi amministratori Soci del Distretto Culturale gonzaghesco promosso da Fondazione Cariplo: il Vice Sindaco di Roncoferraro Armando Trazzi, il Sindaco di Revere Sergio Faioni, il Vice Sindaco di San Martino dall’Argine Alessio Renoldi, l’Assessore al tempo libero di Sabbioneta Franco Alessandria, il Sindaco di Commessaggio Andrea Sanfelici e l’Assessore alla Cultura di Rivarolo Mantovano Daniele Bottoli.

 

            L’Aperitivo in Corte è stato uno spettacolo all’insegna della tradizione culinaria all’epoca dei Gonzaga. Dopo il saluto agli ospiti da parte delle autorità dalla Loggia delle Muse sono entrati in scena sulla maestosa pedana al centro del Cortile d’Onore i figuranti in costumi rinascimentali per l’ “Allegoria di benvenuto”. A seguire, sempre dal Teatro delle Muse, c’è stata l’introduzione alla serata dello storico dell’arte Giancarlo Malacarne, il quale ha presentato la serata spiegando il significato del convivio; tra cibo, musica, danza, arte, letteratura e teatro. Poi c’è stato un crescendo tra interventi musicali, letture e messa in scena dei figuranti.

 

L’attrice Laura Torelli ha letto un racconto di una festa gonzaghesca in corte ed il Sonetto (1577) “A Mantova” sul ruolo della poesia nel contesto conviviale. Si è poi approfondito il fenomeno della moda con una vera sfilata gonzaghesca, dal titolo Abiti come gioielli. Matrimonio di Francesco III con Caterina d’Austria (1549) – Dote e spaccato sulla moda del Cinquecento. La rievocazione filologica si è conclusa con l’illustrazione da parte del Malacarne  dei piatti e dello scalco, con il passaggio degli chef con le pietanze nel cortile d’onore verso la Loggia di Davide, dove si è consumato l’aperitivo. Il menù del banchetto dei Gonzaga, curato dall’Accademia degli Scalchi, era: Biancomangiare in polpa di Pesce Persico Reale, Taglio di manzo “alla Gonzaga” con cipolline borettane in agrodolce, Gnocchi di polenta di riso alla Stefani, Maccheroni al “pesto dei Gonzaga”, Prosciutto crudo di San Rocco stagionato al taglio di coltello, Coniglio selvatico “in dolce sinfonia”, Anello di San Luigi Gonzaga con granella di mandorle e crema bianca, Torta di spezie e zucca alla Stefani (variante autunnale della torta di sparagi).

 

In conclusione il Distretto Culturale Le Regge dei Gonzaga ha fatto dono a tutti i presenti di omaggi artistici, ventagli e foulard griffati Regge, e del libro celebrativo dell’evento.

 

            Il prossimo evento del Gusto sarà il Banchetto Conviviale del 6 ottobre a Palazzo Ducale di Sabbioneta.


« Torna

cittaincanto.it
legonzagherie.com
Newsletter


Iscriviti tramite Facebook

...oppure inserisci i tuoi dati:


 
 
Confermo di aver letto l'informativa sulla privacydi accettarne le condizioni e di autorizzare il trattamento dei dati personali nel rispetto della legge 196/03 per dare seguito alla mia richiesta.